Atc castelluzzo

Ecco le 6 mete più affascinanti della Sicilia occidentale

Ecco le 6 mete più affascinanti della Sicilia occidentale

Ecco le 6 mete più affascinanti della Sicilia occidentale

Castelluzzo, piccolo borgo alle porte di San Vito Lo Capo, è la meta ideale per chi vuole dedicare parte del suo viaggio alla scoperta della Sicilia occidentale.

Numerose ed affascinati sono infatti le testimonianze storiche, architettoniche e naturalistiche che si trovano nei dintorni di Castelluzzo e che vale proprio la pena di visitare.

Se non siete arrivati in auto, vi consigliamo di noleggiarla, questa è infatti la maniera migliore per visitare in totale autonomia le nostre zone godendosi ogni momento della vacanza.

Ecco 6 mete a cui non dovete rinunciare, 6 posti che vi faranno conoscere ed apprezzare sempre più la bellezza della Sicilia occidentale e che vi consigliamo di inserire nella vostra lista delle cose più belle da vedere :

1       Erice

Passeggiare nel  giardino del castello gustando una genovese…  

Tappa obbligatoria per chi vuole fare un tuffo nel passato, Erice è una delle tre città medievali più belle d’Europa, possiede uno dei Castelli più antichi della Sicilia, dedicato alla dea Venere.
Le sue piccole vie, elegantemente lastricate, profumano di zucchero e mandorle, le vetrine delle sue pasticcerie sono ricche di golosità, belle da vedere oltre che buonissime da mangiare. Dal Borgo di Erice ( 750mt d’altezza)  si gode un panorama unico, in alcune occasioni qualcuno giura di avere intravisto anche la costa africana.  


Se non soffrite di vertigini, salire in funivia può essere un'esperienza molto divertente, (la stazione si trova a Trapani) soprattutto se viaggiate con bambini, il panorama che potrete ammirare su Trapani e le isole Egadi vi assicuro è uno dei più belli che abbiate mai visto, soprattutto al tramonto.
Un vero balcone sul Mediterraneo.

 

2      Trapani

La luce, il vento e il mare ovunque…

Trapani è la città dei due mari. La falce sui cui sorge divide il Tirreno dal Mediterraneo e si allunga verso l’arcipelago delle Egadi.
Sulla punta estrema della città si trova un’imponente torre spagnola, Torre di Ligny, sede di un interessante Museo archeologico, salite fino al terrazzo e godetevi la vista sulla città...farete delle bellissime foto panoramiche. 

Splendide chiese barocche e palazzi nobiliari ancora ricchi di fascino si affacciano sulle strade strette e ventose della città, rendendo il centro storico particolarmente suggestivo. Non perdetevi una passeggiata sulle mura spagnole, dette di Tramontana, da cui si può ammirare anche Monte Erice. Altrettanto imperdibile la visita al Museo Pepoli, ospitato in un antico convento dei carmelitani, dove si trovano  preziosi Coralli ed Argenti, opera di abili artisti ed artigiani trapanesi del ‘600. 

 

3      Segesta

Un misterioso Tempio dorico nel cuore della  campagna trapanese.

Il Parco Archeologico di Segesta è una delle aree più interessanti della Sicilia. Al suo interno si trovano un Teatro greco, dove in estate vengono messi in scena numerosi spettacoli ed un maestoso Tempio.
Il Tempio, la cui armonia è giunta fino a noi in ottimo stato, si trova sul ciglio di un dirupo, una sorta di canyon naturale in cui scorre un ruscello circondato da una folta macchia mediterranea... un angolo davvero unico ed affascinante. 

Da ultimi studi  fatti  su questo gioiello dell’arte greca, si ipotizza che il tempio già in origine non avesse il tetto… per lasciarlo aperto al cielo…  (M. Guido, Guida archeologica della Sicilia, Sellerio 2000, p. 62).
Un pulmann vi accompagnerà in cima al monte Barbaro per visitare il Teatro.
Se vi va di fare un salto indietro nel tempo, Segesta è la meta ideale...ottima anche per trascorrere una giornata all’aperto con i più piccoli.

Info per la visita del parco PDF

 

4     Riserva dello Zingaro

7 km di costa che valgono tutto un viaggio in Sicilia.

Salvato dalla speculazione selvaggia, la Riserva Naturale dello Zingaro, rappresenta oggi una delle ricchezze naturalistiche dell’Isola. Otto splendide calette dove è possibile fare il bagno circondati da piccoli pesci di mille colori, una macchia mediterranea che profuma di rosmarino e mirto e sentieri costieri da percorrere anche con i più piccoli.

Interessanti i Musei dedicati alle attività contadine e marinare, dove si possono ammirare anche prodotti dell’artigianato locale.
Nella Riserva si accede da 2 ingressi, dal lato nord (San Vito lo Capo) o dal lato Sud (Scopello) , in entrabbi i casi si entra pagando un biglietto (5 euro). Fondamentale portare con sè dell'acqua e del cibo poichè non ci soco punti di ristoro.

 

 5      Saline di Trapani e Paceco

 Alla scoperta dei Mulini a Vento

Non si può visitare la Sicilia occidentale senza essere passati dalle Saline di Trapani. 
Un luogo magico, dove il tempo sembra essersi fermato. Un sito scelto dagli antichi fenici per il connubio perfetto tra mare, sole e vento. Il lavoro dell’uomo ha fatto il resto, creando uno dei bacini più grandi d’Europa da cui, ancora oggi, dopo 2000 anni, viene raccolto manualmente il sale.
La raccolta avviene tra luglio e agosto, ma a volte il clima particolarmente caldo allunga il lavoro in salina fino a settembre. Godetevi un tramonto passeggiando lungo i canali che costeggiano le grandi vasche oppure visitate il caratteristico Museo del Sale, all'interno della Riserva. Qui si trova anche un piccolo ristorante con vista sulle Egadi. 

 

6       Custonaci

La Chiesa di Custonaci, antica meta di pellegrini, è un mirabile esempio di barocco siciliano. 

La bellissima facciata della Chiesa Matrice svetta imponente sulle case della piccola cittadina famosa per il suo marmo.
Non perdetevi una visita di questo gioiello che al suo interno mostra tutta la sua bellezza ed armonia. Un piccolo Museo adiacente alla Chiesacustodisce l'antica Vara che serviva un tempo a trasportare la preziosa immagine di Maria Santissima, opera della scuola di Antonello da Messina, fino alla vetta di Erice.
Oggi il quadro originale rimane custodito  dentro la Chiesa e al suo posto, durante i festeggiamenti della Madonna, viene utilizzata una copia. La Processione inizia con lo Sbarco della sacra immagine nella vicina spiaggia di Cornino alla presenza di migliaia di fedeli e curiosi a fine Agosto.

Ti consigliamo di leggere …