Atc castelluzzo

Scopri le Calette

LE CALETTE e LA SPIAGGIA

Tuffi, bagni di sole ed immersioni in una delle tante calette ognuna delle quali ha una sua accattivante particolarità. Ecco l'elenco ed una mappa che vi consentirà di visitarle tutte.

La Torre del Tono: si trova all’interno della Riserva di Monte Cofano. Recentemente la torre è stata restaurata ed è visitabile. La costa è completamente rocciosa con alcune piccole insenature. Questo tratto di mare è quasi sempre calmo. La zona è al riparo dai venti meridionali. Consigliabile scarpette acquatiche per scendere in acqua. La torre si raggiunge attraverso una strada sterrata parallela alla costa. In estate le auto non possono andare oltre l’ingresso della riserva (1 km prima), pertanto la zona è raggiungibile a piedi.

le Calette Agliareddi: due splendide calette di ciottoli bianchi all’ingresso della Riserva di Monte Cofano. Da qui si domina tutto il golfo lontano dal frastuono della folla estiva. L’ingresso in acqua è facilitato dal naturale pendio della costa verso l’acqua. Adatto anche ai bambini anche se bisogna stare attenti poiché l’acqua profonda si trova a pochi metri dalla battigia. Si puo’ arrivare in auto tramite una strada sterrata costiera.

la Calazza: è una delle insenature piu’ note della costa di Castelluzzo. È facile da raggiungere attraverso la strada asfaltata che parte da proprio da Castelluzzo (via Calazza). E’ una cala molto ampia è in parte sabbiosa. Vicino c’è un bunker che risale all’ultima guerra e probabilmente la zona era presidiata da militari considerato che da questo posto si puo’ ammirare l’intero golfo.

lo Scaru Zu Asparo: (insenatura dello Zio Gaspare) è una piccola baia che permette il riparo a qualche piccola imbarcazione. Una piccola parte è in sabbia. Da un lato c’è uno scivolo in cemento che permette di sdraiarsi e accedere con facilità in acqua. L’insenatura è poco profonda e al riparo. Buona per i bambini. La Chianca Una zona della costa, molto particolare, denomita ‘A Chianca (la lastra). Si tratta, infatti, di un tratto di costa formato dai cosiddetti Trottoir. Cioè una piattaforma carbonatica litoranea che si espande verso il mare, formata in seguito ad un processo di cementificazione di gusci di alcune specie di molluschi. Una importante biostruttura tipica del Mar Mediterraneo, per molti versi simile alle barriere coralline. Il mare è subito profondo. Consigliate le scarpette da mare sia per non scivolare tra gli scogli, sia per uscire piu’ agevolmente dall’acqua. In alcuni tratti della costa c’è anche un leggero strato di sabbia che consente di sdraiarsi comodamente. La zona si raggiunge facilmente attraverso la stradina asfaltata a pochi metri dalla riva.

lo Scaru Brucia: è una piccola caletta formata da scogli molto piatti che permettono, agevolmente, di sdraiarsi e prendere il sole. A pelo d’acqua c’è una piccola spiaggetta che permette di entrare in acqua comodamente.

Santa Margherita: Rina (spiaggia) “Santa Margherita” è una splendita spiaggia di circa 250 mt, ottima alternativa a quella affollata di San Vito Lo Capo. I fondali prospiecienti sono bassi e pertanto è un luogo ideale per le famiglie con bambini. Sulla sinistra iniziano le scogliere dove è possibile vedere le tracce di antiche cave di tufo. La spiaggia è raggiungibile da una strada asfaltata che inzia dalla provinciale per San Vito Lo Capo.

la Caletta Rosa La caletta Rosa si trova poco prima di arrivare alla spiaggetta Isulidda. Prende il nome dal colore della roccia. Il mare è molto bello ma l’accesso in acqua non è molto agevole. Consigliate le scarpette da mare.

la Spiaggetta Cala Bue Marino: è formata esclusivamente ciottoli. Nonostante la sua piccola dimensione è amata da quanti cercano un angolo diverso dal solito per bagnarsi. Si trova proprio sotto il belvedere, accessibile in auto, poco prima di arrivare a San Vito Lo Capo. La spiaggetta è il posto ideale per ammirare il tramonto. Davvero unico in questo lembo di Sicilia. Le acque antistanti degradano in maniera regolare e si prestano all’utilizzo anche da parte di bambini. In auto è facilmente raggiungibile attraverso il primo ingresso alla costa venendo da San Vito Lo Capo.

la Cala di Isulidda Una piccola baia che prende il nome dallo scoglio che si trova proprio di fronte “Isulidda” (piccola isola). IN alto sul costono che domina la costa potrete ammirare l’omonima torre. Un posto incantevole sia per il panorama che per la facilità con cui è possibile raggiugerla. Adatta sia a piccoli che ad adulti. Presente anche un piccolo scivolo per la messa in acqua di piccole barche. Il sole tramonta proprio di fronte. Si raggiunge dalla provinciale. Quindi inserirsi sulla stradina che conduce al camping El Baira.

Fotogallery

Mappa delle Calette e delle aree di sosta

Altre cose da fare

Trekking e Passeggiate

Non perdetevi la bellezza dei rumori e degli odori delle passeggiate attraverso i sentieri del CAI che attraversano la Riserva di Monte Cofano fino a raggiungere il Monte Monaco

Climbing & Falesie

La costa di Castelluzzo è incorniciata da falesie, pareti aggettanti, striate in certi punti arricchite da concrezioni su cui sono già state aperte delle vie per gli amanti del climbing.

Escursioni a cavallo

L’impronta agricola di questo scorcio di paradiso, fa sì che una delle attività locali sia sempre stata l’allevamento, per cui il mezzo di locomozione tradizionale in quest’area, è il cavallo.

Ti consigliamo di leggere …